Per ottimizzare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies. Maggiori informazioni
Specie target

Fico degli Ottentotti

Ghillani

Nome comune Fico degli Ottentotti
Nome latino Carpobrotus sp.pl.
Famiglia Aizoaceae
Specie target interventi di eradicazione

 

Gruppo di specie originario del sud Africa (regione del Capo). Originariamente nel bacino del Mediterraneao sono state introdotte a scopo ornamentale almeno due specie molto simili tra loro: Carpobrotus edulis e Carpobrotus acinaciformis. Data la capacità di ibridazione di queste entità si preferisce trattarle come un gruppo unico, sia per quanto riguarda l'identificazione sia per il monitoraggio e la gestione. La presenza di questa pianta risulta una grave minaccia per la biodiversità, soprattutto sulle coste rocciose e sui litorali sabbiosi. Diffusa in tutte le regioni costiere della penisola escluse quelle del settore nord orientale. Nell'Arcipelago Toscano è molto diffusa all'Elba, Pianosa e Montecristo, ma anche al Giglio e a Capraia. Recentemente a Capraia è stato attivato un progetto per la sua eradicazione.

Descrizione

Si tratta di piante con portamento prostrato. I fiori sono molti vistosi, possono essere gialli, violetti o bianchi. Le foglie sono succolente e sezione triangolare. Le radici non sono molto profonde, ma le piante sono capaci di svilupparsi su ampie superfici costituendo dei tappeti monospecifici.

Ecologia

Si diffonde soprattutto per via vegetativa e per mezzi di semi, dispersi da piccoli mammiferi. Le caratteristiche morfologiche (portamento prostrato e succolenza) e fisiologiche (particolari adattamenti dell’attività fotosintetica) permettono a queste piante di sopportare molto bene la forte aridità e le alte temperature. È in grado di crescere nei siti con suolo molto scarso, come le coste rocciose e le spiagge sabbiose.

Problematiche connesse con la sua presenza

Compete con le altre specie sia a livello epigeo per lo spazio (costituendo mantelli estesi e compatti), sia a livello radicale per acqua e nutrienti (modificando le caratteristiche del suolo). L'espansione di queste piante è una grave minaccia soprattutto sulle isole, uno dei sistemi più vulnerabili, e sulle coste rocciose siti di conservazione di importanti endemismi, ad esempio il genere Limonium.

Misure di contenimento

In Toscana è vietato l'uso per il rinverdimento di opere pubbliche e il consolidamento di dune e scarpate. Le azioni dirette comprendono l'eradicazione dei popolamenti, soprattutto mediante operazioni manuali da compiere in primavera prima che la pianta fiorisca e produca semi.

 

Life Natura 2000 Corpo Forestale dello Stato Parco Nazionale Arcipelago Toscano Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale Nemo Regione Toscana Provincia di Livorno
Parco Nazionale Arcipelago Toscano Località Enfola - 57037 - Portoferraio (LI) P.I. 91007440497
2011 © Ente Parco Nazionale Arcipelago Toscano - Powered by Sesamo - www.sesamo.net